Geoportale Nazionale - Ministero dell'…

Service health Now:
Interface
Web Service, OGC Web Feature Service 1.1.0
Keywords
Fees
Nessuna condizione applicata
Access constraints
Nessuno
Supported languages
ita
Data provider

Geoportale Nazionale - Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (unverified)

Contact information:

Geoportale Nazionale - Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Geoportale Nazionale - Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Via Cristoforo Colombo, 44, 00147 Roma, Italia

Email: 

Phone: +390657223140

Service metadata

Ads by Google

Nel 2008, nell'ambito del Piano Straordinario di Telerilevamento (PST), la Direzione generale per la tutela del territorio e delle risorse idriche ha avviato, in collaborazione con le Regioni, un'attività di raccolta dei dati appartenenti all'inventario IFFI che le Regioni stesse, con proprie risorse, continuano ad aggiornare. Pertanto, al fine di fornire un quadro completo ed aggiornato (2009) sulla distribuzione dei fenomeni franosi sono stati predisposti strati informativi organizzati secondo le geometrie e alcune tipologie di movimento a partire dai database regionali, opportunamente omogeneizzati. Risoluzione 1:25.000.

Available map layers (8)

Catalogo frane - Deformazioni Gravitative Profonde di Versante (DGPV) (RN.CATALOGO_FRANE.DGPV)

Lo strato informativo Deformazioni Gravitative Profonde di Versante (DGPV) rappresenta tutte le frane poligonali classificate come aree soggette a deformazione gravitativa profonda di versante. Lo strato informativo riporta quei fenomeni franosi con superficie significativa e cartografabile alla scala 1:25.000 (dimensione minima= 1ha). La tabella associata contiene le seguenti informazioni principali: IDFRANA, codice identificativo della frana; TIPO, indica la tipologia di area franosa (8 = DGVP).

Catalogo frane - Aree soggette a sprofondamenti diffusi (RN.CATALOGO_FRANE.SPROFONDAMENTI)

Lo strato informativo Aree rappresenta tutte le frane poligonali classificate come aree soggette a crolli/ribaltamenti diffusi; aree soggette a sprofondamenti diffusi; aree soggette a frane superficiali diffuse. Lo strato informativo riporta quei fenomeni franosi con superficie significativa e cartografabile alla scala 1:25.000 (dimensione minima= 1ha). La tabella associata contiene le seguenti informazioni principali: IDFRANA, codice identificativo della frana; TIPO, indica la tipologia di area franosa (9 = Aree soggette a crolli/ ribaltamenti diffusi; 10 = Aree soggette a sprofondamenti diffusi; 11 = Aree soggette a frane superficiali diffuse).

Catalogo frane - Frane lineari (RN.CATALOGO_FRANE.LINEARI)

Lo strato informativo Frane lineari rappresenta i fenomeni franosi la cui lunghezza è molto maggiore della larghezza e quest'ultima è così piccola da non essere cartografabile a scala 1:25.000. Sono comunque esclusi tutti quei fenomeni classificati come aree soggette a crolli/ribaltamenti diffusi, aree soggette a sprofondamenti diffusi, aree soggette a frane superficiali diffuse, DGPV. La tabella associata contiene la seguente informazione principale: IDFRANA, codice identificativo della frana.

Catalogo frane - Direzioni (RN.CATALOGO_FRANE.DIREZIONI)

Lo strato informativo Direzioni rappresenta le direzioni di scorrimento per tutti i fenomeni franosi contenuti negli strati informativi Frane poligonali, Deformazioni Gravitative Profonde di Versante (DGPV), Aree. La tabella associata contiene la seguente informazione principale: IDFRANA, codice identificativo della frana.

Catalogo frane - Punti Identificativi Fenomeni Franosi (PIFF) (RN.CATALOGO_FRANE.PIFF)

Lo strato informativo Punti Identificativi Fenomeni Franosi (PIFF) rappresenta i punti più elevati del coronamento della frana. La tabella associata contiene le seguenti informazioni: LATITUDI, Latitudine espressa in gradi decimali (ED50); LONGITU, Longitudine gradi decimali (ED50); X-COORD, coordinata piana espressa in metri (UTM-32); Y-COORD, coordinata piana espressa in metri (UTM-32); DIREZIONE, direzione di movimento nel punto sommitale (lo 0 coincide con il nord e l'angolo è calcolato in senso orario; per fenomeni franosi di tipo sprofondamento assume valore 999); TIPO, Tipo di frana (0=n.d., 1=Crollo/ribaltamento, 2=Scivolamento rotazionale/traslativo, 3=Espansione, 4=Colamento lento, 5=Colamento rapido, 6=Sprofondamento, 7=Complesso, 8=DGPV, 9=Aree soggette a crolli/ribaltamenti diffusi, 10=Aree soggette a sprofondamenti diffusi, 11=Aree soggette a frane superficiali diffuse); PUNTI, definisce se la frana è presente solo in questo strato informativo (topologia puntuale); LINEE, definisce se la frana è presente nello strato informativo FRANE LINEARI (topologia lineare); POLIGONI, definisce se la frana è presente nello strato informativo FRANE (topologia poligonale); REGIONE; PROVINCIA; IDFRANA, identificativo unico della frana; coord_system_originale, sistema di riferimento originale dello strato informativo.

Catalogo frane - Aree soggette a frane superficiali diffuse (RN.CATALOGO_FRANE.SUPERFICIALI)

Lo strato informativo Aree rappresenta tutte le frane poligonali classificate come aree soggette a crolli/ribaltamenti diffusi; aree soggette a sprofondamenti diffusi; aree soggette a frane superficiali diffuse. Lo strato informativo riporta quei fenomeni franosi con superficie significativa e cartografabile alla scala 1:25.000 (dimensione minima= 1ha). La tabella associata contiene le seguenti informazioni principali: IDFRANA, codice identificativo della frana; TIPO, indica la tipologia di area franosa (9 = Aree soggette a crolli/ ribaltamenti diffusi; 10 = Aree soggette a sprofondamenti diffusi; 11 = Aree soggette a frane superficiali diffuse).

Catalogo frane - Frane poligonali (RN.CATALOGO_FRANE.POLOGONALI)

Lo strato informativo Frane poligonali rappresenta frane di dimensioni inferiori all'ettaro: in funzione della scala della base topografica utilizzata per il rilevamento si è introdotto un valore minimo dell'area cartografabile (scala=1:5.000 area minima=400 m2, scala=1:10.000 area minima=1600 m2; scala=1:25.000 area minima=10.000 m2 ). La tabella associata contiene le seguenti informazioni principali: IDFRANA, codice identificativo della frana; TIPO, indica se il fenomeno è una frana, un'area di espansione o un poligono isolato non contenente il PIFF (1 = frana, 2= area di espansione, 3 = poligono isolato).

Catalogo frane - Aree soggette a crolli/ribaltamenti diffusi (RN.CATALOGO_FRANE.AREE.CROLLI)

Lo strato informativo Aree rappresenta tutte le frane poligonali classificate come aree soggette a crolli/ribaltamenti diffusi; aree soggette a sprofondamenti diffusi; aree soggette a frane superficiali diffuse. Lo strato informativo riporta quei fenomeni franosi con superficie significativa e cartografabile alla scala 1:25.000 (dimensione minima= 1ha). La tabella associata contiene le seguenti informazioni principali: IDFRANA, codice identificativo della frana; TIPO, indica la tipologia di area franosa (9 = Aree soggette a crolli/ ribaltamenti diffusi; 10 = Aree soggette a sprofondamenti diffusi; 11 = Aree soggette a frane superficiali diffuse).

There are currently no notifications for the service, click the feed icon to subscribe.